Best & Worst: October 2016

In questo inizio (possiamo ancora considerarlo inizio?) estremamente frenetico di novembre riesco a ritagliarmi un attimo per ammorbarvi ancora una volta con la rubrica di questo meno attesa dell’universo ovvero i preferiti 2.0 noti anche come best & worst. Sì io e Yue (sì proprio lui di SayAdieutoYue) anche questo mese vi raccontiamo i nostri preferiti (e non) letterari (e non) e per una volta siamo entrambi in un mostruoso ritardo, della serie mal comune mezzo gaudio XDDDDContinua a leggere…

Best & Worst: September 2016

Anche ad ottobre, non puntuale come sempre ecco per voi un nuovo appuntamento della rubrica meno attesa dell’universo, i preferiti 2.0 noti anche come best & worst. Sì io e Yue (sì proprio lui di SayAdieutoYue) anche questo mese vi raccontiamo i nostri preferiti (e non) letterari (e non),  lui è stato più bravo di me visto che il suo post è online da qualche giorno. No, neanche questa volta vengono rappresentate tutte le categorie, ma è questo il bello!Continua a leggere…

Best & Worst: July 2016

Luglio è stato un mese un po’ a corrente alternata, per certi aspetti è stato super “produttivo” (ho letto tantissimo, il mio lavoro ha dato i suoi frutti positivi, ho fatto la presentatrice a Sassari per un concerto in cui ho anche suonato) per altri è stato una sorta di sabbia mobile (il lavoro è finito, trovarne un altro è molto difficile e poi, guardiamoci in faccia, luglio non è stato un bel mese in generale a livello mondiale). Questo non impedisce alla vostra nuova rubrica preferita di comparire da queste parti, anche se con qualche giorno di ritardo (questa volta giustificato, ero in vacanza). Vi ricordo che Best & Worst è un parto della mia mente e di quella di Yue (che trovate sempre su SayAdieutoYue) e che questi post sono solo dei preferiti che ce l’hanno fatta a liberarsi dalle categorie a braccetto con delusioni e cosebrutte.  Continua a leggere…

Best & Worst: June 2016

Vi avevo detto che io e quel genio del male di Yue (sì proprio lui, il misterioso essere umano che scrive su SayAdieutoYue) avevamo parlato e deciso del destino dei preferiti. In un post precedente avevo anche fatto cenno che sarebbe arrivato qualcosa di nuovo a sostituire (solo per questo mese ad affiancare) i preferiti del mese. Abbiamo spremuto a fondo le nostre (scarse) meningi e il risultato è stato quello che vi apprestate a leggere ovvero il meglio e il peggio del mese appena passato.Continua a leggere…

Mood Music Tag

Cosa più unica che rara, sono stata taggata in un giochino a sfondo musicale da M sul suo blog https://unusualrock.wordpress.com e di questo lo ringrazio tantissimo. Notoriamente sono una persona che non è brava in queste cose e soprattutto sono incapace di nominare gli altri quindi troverò una soluzione parac… alternativa.
Nel Mood Music Tag bisogna condividere 5 canzoni (di meno no, di più sì) che manifestano emozioni e/o pensieri positivi.

Ci sono alcune regole (ecco veniamo alle note dolenti…):

– Per partecipare devi essere stato taggato almeno una volta.
– Scegli almeno 5 tracce musicali (o più) che rispecchino alcune emozioni o stati d’animo al positivo.
– Tagga almeno 5 blogger (o anche di più ) e avvisali di averli taggati.
– Cita il mio blog all’interno del tuo articolo con link diretto o esteso: GHB Memories, scrivendo che l’idea è partita da qui.
– Se vuoi spiega anche brevemente perché hai scelto alcune tracce piuttosto che altre.

Io ora baro piego un po’ le regole e taggo tutti i blogger lettori/iscritti del mio blog e sarò ben felice se qualcuno vorrà rispondere (senza che io lo abbia nominato personalmente).

Andiamo quindi a elencare le canzoni, in ordine sparso:

1) I got rhythm di George Gershwin (cantata da Ella Fitzgerald)

Semplicemente un inno alla positività da trovare in tutte le cose non strettamente materiali /veniali.

2) My favorite things di Robert Wise (cantata da Julie Andrews in The Sound of Music)

Una delle mie canzoni preferite per tirarmi su di morale, non c’è niente di meglio di pensare alle proprie cose preferite per farsi tornare il sorriso.

3) I will survive di Gloria Gainor

Una bella dose di autostima in salsa disco per ricordare a tutti l’importanza del volersi bene e quanto possano essere nocive alcune relazioni.

4) What a wonderful world nella versione di Joey Ramone

Inno alla vita, alla bellezza di un mondo non sempre troppo bello, al volere trovare il lato positivo. Perché o si trova il lato positivo o non se ne esce…
Nella versione di Joey Ramone perché, boh mi piace di più così XD

5) Feeling Good di Anthony Newley e Leslie Bricusse nella versione dei Muse.

Io amo i Muse, sono forse l’unico gruppo che seguo da quando andavo al liceo, gli altri li ho persi per strada o sono arrivati dopo. Questa canzone, bellissima di suo, unita alla voce di Bellamy mi ha sempre riempita di energia e sentimenti positivi. E adoro Bellamy che canta nel megafono.

Come già detto sopra, siete tutti invitati a partecipare se vi fa piacere, e fatemi sapere in caso!