Inutili riflessioni: è solo il mio parere personale

Lo so, avevo promesso che i libri sarebbero tornati a farla da padrone qui sul blog, invece oggi mi trovo a parlare di paranoie che mi affliggono come lettrice e che magari qualcuno condivide con me.
Sarò mica l’unica che quando ama un libro e vede che altri lo odiano pensa di aver sbagliato lei a “giudicare” il libro in questione?
Una parte di me spera di no, l’altra spera (per il vostro bene) di sì.

riflessioniContinua a leggere…

Inutili riflessioni: quando gli editori ti lasciano senza parole.

Mentre praticamente chiunque sta preparando le valige per andare alla trentesima edizione del salone del libro, io sono qui al paesello in altre faccende affaccendata. Mi spiace tantissimo di on riuscire ad andare, ma sapevo benissimo che mi sarebbe stato impossibile. Devo ammettere però che provo una leggera punta di invidia nei confronti di chi andrà. Comunque non volevo parlare del SalTo, bensì delle strane e misteriose vicende che caratterizzano una certa fetta dell’editoria italiana.

riflessioni

Continua a leggere…

Le letture della giovane MariaSte

Nel corso dell’estate appena passata ho visto in giro per i blog, in particolare in quelli di Caroline e Yue post in cui parlavano delle loro letture (e visioni e altre amenità) della loro infanzia. Con il cronico ritardo che mi caratterizza tra avere l’idea di fare un post e metterla in pratica mi ritrovo solo ora a scrivere questo post in cui però mi dedicherò principalmente alle mie letture d’infanzia.

Continua a leggere…

Stranger Things Book Tag

Eccomi di nuovo da queste parti con un book tag*, non credo di averne mai fatti ma questo, che ho visto sul blog Aliena come te (qui trovate il suo post), mi è parso carino e ho pensato di rispondere (non sono stata taggata da nessuno quindi non taggherò nessuno ma, se qualcuno passa da queste parti e vuole farlo è il benvenuto). Eh sì, sono passati mesi da quando questo tag girava per la book community, ma facciamo finta di niente. Il tag a cui voglio rispondere oggi è lo Stranger Things Book Tag. Sì, un tag libresco ispirato a quella che è stata, senza dubbio, la serie dell’estate 2016, capace di catturare l’attenzione di tantissimi spettatori con quell’atmosfera profondamente anni ’80 di cui noi trentenni e quarantenni siamo e saremo sempre vittime affascinate. Ci sono otto domande (o meglio 8 categorie). Siete curiosi di conoscere le risposte?
Anche se non lo siete, ecco a voi le mie scelte.

Continua a leggere…