I preferiti di Maria Ste: settembre 2018

Dopo una sorta di vacanza estiva i preferiti sono tornati. Non che settembre sia stato il mese più esaltante della mia esistenza, più che altro si è rivelato portatore sano di ansia in fin dei conti totalmente ingiustificata, ma sicuramente è stato migliore di agosto. Quindi, basta con i preamboli, è il momento dei preferiti.

preferiti2

La serie: Brooklyn Nine-Nine, a.k.a. io che mi appassiono a una commedia di tipo poliziesco. Se qualcuno me lo avesse detto anche un mese fa non gli avrei creduto.
Ambientata in un fittizio distretto di polizia, la serie racconta le vicende di Jake Peralta e dei suoi colleghi tra inseguimenti, criminali e battute di gusto discutibile. Volevo guardarne una puntata al giorno e invece ho già concluso la seconda stagione proprio prima di scrivere questo post. Come farò quando finirò le puntate disponibili su Netflix? Come farò? Probabilmente lo riguarderò da capo.

La lettura: Questo mese non ho una lettura preferita. Ho letto libri che mi sono piaciuti e di cui vi parlerò nel wrap up di (spero) prossima uscita. Ho letto anche alcuni fumetti e vorrei parlarvene ma niente spicca sul resto quindi, incredibilmente, questo mese è questa la categoria che va a vuoto.
Però, visto che non il mese scorso non vi ho portato i preferiti di agosto vi segnalo che il libro preferito di quel mese è stato L’educazione di Tara Westover a cui ho dedicato un intero post che potete trovare qua.

L’evento: la scorsa primavera sono diventata presidente della banda musicale in cui milito da quando ero una bambina. Questo ruolo ha portato responsabilità e qualche grattacapo ma anche una grande soddisfazione.
Dopo quasi un anno intero di prove siamo riusciti a mettere su un bel concerto dedicato a diverse colonne sonore molto famose di film che hanno vinto premi Oscar. L’impegno è stato duro, l’organizzazione è stata faticosa (e meno male che siamo stati in tanti a collaborare per la riuscita o credo sarei impazzita) ma il risultato è stato bellissimo. C’erano più di 300 persone ad ascoltarci e applaudirci, magari non esperti di musica ma hanno apprezzato il nostro impegno e non poteva esserci soddisfazione più grande. Tutte le ansie, il terrore di sbagliare, che non si presentasse nessuno si è dissolto quando le luci si sono spente e la musica è diventata la protagonista. Qualcuno penserà che sono una persona che adora stare al centro dell’attenzione, ma non è così. Non mi importava di far bella figura io, ma tutti. Così è stato e ne vado orgogliosa.

L’oggetto: vale il tablet su cui ho guardato tutte le puntate di Brooklyn nine-nine? Ovviamente scherzo (forse). Forse i miei (scarsi) strumenti per l’hand lettering visto che sono stata coinvolta in un progetto per un cartello. Il cartello è stato anche appeso. Che vergogna, era venuto veramente un orrore. Parere mio (perché a chi me lo ha chiesto a quanto pare è piaciuto).

Il cibo/bevanda: tra matrimoni, rinfreschi, battesimi, cene di varia natura credo di aver mangiato fin troppo nel mese di settembre. Meno male che, almeno gli ultimi giorni, le temperature si sono abbassate e sono tornata al mio tè caldo.


Scusate per il post telegrafico ma ci tenevo a far comunque comparire qualcosa sul blog, era da troppo che non scrivevo e soprattutto non volevo far saltare nuovamente l’appuntamento con questa rubrica. Spero di far uscire il post sulle letture di settembre nei prossimi giorni.
A presto e buone letture!

SalvaSalva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.