Cinque sigle preferite degli anime #5coseche

Buon venerdì! Dopo una settimana di pausa dovuta a una concomitanza di fattori (in primis il fatto che io non ho un autore/autrice preferito/a) torna il #5coseche, l’ iniziativa del blog Twins books lovers che propone per ogni venerdì un post tematico, deciso tra tutti i partecipanti all’iniziativa. Questa volta cambiamo completamente genere rispetto al solito e ci dedichiamo alle sigle degli anime preferite, per me è stata una dura scelta perché da bambina ho visto tantissimi cartoni animati (per poi scoprire che erano anime giapponesi) e anche ora non li disdegno. Quindi perdonatemi sigle che ho scordato, e altre che non ho potuto inserire perché non erano giapponesi e anime che ricordo con affetto ma con sigle che non ricordo, porto anche voi nel cuore (forse non abbastanza XD).

5coseche

Un’ultima premessa questa non sarà una classifica, andremo più che altro in ordine cronologico (di mia visione che dovrebbe più o meno coincidere con l’uscita italiana).

  1. Occhi di gatto. Lasciando perdere il fatto che forse ero troppo piccola quando l’ho visto la prima volta (ma anche quanto fosse censurato) e quindi non ho capito molto della trama. Oggi parliamo di sigle e la sigla è entrata nella mia testa e non è mai uscita. Così anni ’80, così sensuale senza che noi bimbi potessimo accorgercene. Così Cristina D’Avena al massimo splendore. Indimenticabile.

  2. È quasi magia Johnny. Io suono il sax. Sta sigla è il tripudio del sax. Poteva non finire in questa mia personalissima classifica? Poi io adoravo questo anime. Più che altro per le sorelle totalmente folli del protagonista e il gatto grasso di famiglia. Lui insopportabile, indeciso cronico. Tinetta antipatica a pelle ma anche Sabrina, la sassofonista, non era particolarmente simpatica. Insomma, non il mio anime preferito, ma di sicuro una delle mie sigle del cuore.

  3. Il mistero della pietra azzurra. Quanto c’era in più in questo anime (anche lui vittima dell’inesorabile ascia della censura degli anni ’90), quanto vorrei trovare il modo di rivederlo con calma ora. La sigla poi ha un ritmo travolgente e rimane impressa nella memoria dalle prime parole. “Se un ragazzo tredicenne salverà, un’acrobata del circo della stessa età, da una banda di cattivi che non molla mai, che avventura favolosa tu vivrai… è il mistero della pietra azzurra… il mistero della pietra azzurra”.

  4. Tank, opening di Cowboy Beebop. Se fossi costretta a fare una classifica questa sarebbe la mia preferita. Dal mio modesto punto di vista è perfetta. Se siete troppo giovani e non avete visto Cowboy Beebop (quindi vi siete persi gli albori della MTV anime night), che ha recentemente compiuto 20 anni e non sembra invecchiato di un giorno, correte a recuperarlo su Netflix. Tipo ora, cosa state aspettando, guardatelo (soffrite) e poi tornate a leggere il resto del post!

  5. Colors, prima opening di Code Geass: Lelouch of the Rebellion. Un aggettivo per questa sigla è coinvolgente, le immagini e la musica hanno perfetta sincronia. Anche questo è andato in onda su Rai4 ai tempi ma ora è disponibile su Netflix. Qui in teoria il livello di dramma dovrebbe essere altissimo, in realtà è altissimo il livello di mossette di Lelouch. E quello d’odio di Suzaku. Però non avrete la sconvolgente scoperta che quella che i giapponesi chiamano Shizu in realtà si chiama C.C. (da leggere C Two).

Sì, non c’è Lady Oscar, non c’è Pollon, non c’è Sailor Moon, mancano tutte le paghette e i robotizzi, insomma ne mancano tantissime (e non ho messo neanche la sigla di Touken Ranbu Hanamaru perché non voglio assillarvi con Touken Ranbu in ogni mio singolo post, o la prima opening di Kill la Kill) quindi fatemi sapere in un commento quali sono le vostre preferite, magari mi torna in mente qualcosa che amavo alla follia ma che ho scordato.
A presto e buoni ascolti!

PS: anche se non è un anime il link a una delle mie sigle preferite di cartoni animati lo devo mettere, ho rivisto da poco una puntata e il cartone è imbarazzante ma la sigla di Jemè la sigla di Jem tanto che pure gli americani hanno dovuto ammettere (nei commenti su Youtube) la superiorità della versione italiana rispetto a quella originale.

36 pensieri su “Cinque sigle preferite degli anime #5coseche

  1. Oddio, se avessimo avuto un euro per tutte le ore spese a guardare i cartoni animati, oggi saremmo ricchissimi! Non ricordavo che Jem fosse di produzione americana. Comunque, anche per quanto riguarda le sigle degli anime, molte delle nostre sono state per anni nettamente superiori a quelle originali, solo che i giapponesi non lo ammetteranno mai ^_^

    • Sì, Jem e molti altri sono americani (tipo siamo quelli di Beverly Hills, Denver) e un paio francesi (La serie di Esplorando il corpo umano e Pure i Gemelli del Destino).
      Le nostre sigle le ricordo quasi tutte con piacere a livello musicale, non mi piacevano a livello di immagini che mandavano certi spoiler che chi fosse la principessa della luna lo sapevamo da prima di vedere la prima puntata di Sailor Moon XD

  2. Eccooo come si chiamava! Il mistero della pietra azzurra! Ci pensavo l’altro giorno a quella serie che guardava ogni tanto mia sorella e che nonostante fossi ancora piccolina mi piaceva un sacco! Grazie! 😅😅

  3. Cowboy Beebop era un capolavoro. Mi manca da morire l’anime night o almeno un’alternativa. Rai 4 ha provato a trasmettere serie come Madoka ma poi sembra essersi arresa 😦

    • Si è arresa nel momento in cui è cambiato il direttore di rete. Peccato era un bell’esperimento anche se non tutti gli anime rientravano nelle mie corde.
      Sul Cowboy Bebop siamo tutti d’accordo.

  4. Le sigle 1)-4) sono epiche, soprattutto quella di Cowboy Bebop! (Anime Night di MTV… sigh); non conoscevo la 5).

    Sigle di anime favorite, in ordine sparso: Najica Blitz Tactics; BECK: Mongolian Chop Squad; Aquarion; Master Mosquiton; I Cieli di Escaflowne; Abenobashi – Il quartiere commerciale di magia; Death Note.
    Bonus Track: La principessa Zaffiro, sigla non eccelsa ma che mi fa tornare bambino 🙂

    • MTV anime night ricordo migliore dell’adolescenza/primi anni di università.
      Io adoravo anche la sigla di Last Exile ma mi rendo conto che sia una sorta di trip psichedelico e completamente al di fuori dei miei gusti normali.

    • Occhi di gatto è un ricordo d’infanzia (anche se il cartone non è propriamente adatto a ripensarci ora), Lady Oscar mi piace molto, soprattutto la vecchia sigla, ma sono per sigle più movimentate.

  5. Con le prime tre mi trovo d’accordo, soprattutto con “E’ quasi magia Johnny, le altre due non le conosco.
    Io ho messo Nana, una sigla dal suono Rock!

    • Non so se si possa recuperare in qualche modo, a me piaceva tantissimo. Lo trovavo molto più maturo rispetto alla media dei cartoni che trasmettevano in Italia a metà anni ’90.

  6. I primo tre fanno parte anche della mia infanzia…Che ricordi! 😍 Occhi di gatto è insuperabile. Io ho amato molto anche la sigla di creamy e piccoli problemi di cuore. Me le ricordo ancora

  7. Anche io volevo inserire il mistero della pietra azzurra! è una sigla che mi è sempre piaciuta moltissimo, anche se del cartone non ricordo quasi nulla.
    Le altre che hai nominato non le conosco più di tanto ( tranne occhi di gatto) ma credo che mi recupererò Code Geass dato che c’è su Netflix

    • Code Geass è uno di quei anime in cui o ti appassioni e lo segui in maniera super seria oppure lo segui per puro spirito del trash e delle faccette e piani diabolici del protagonista.

  8. Purtroppo (?) non sono mai stato un grande fan delle serie che citi, di alcune penso di non aver visto alcun episodio. L’unico che rimpiango di aver mancato, e di cui ho visto solo il film, è Cowboy Bebop. In ordine sparso, personalmente ho apprezzato, tra le sigle, “Higurashi no naku koro ni” (1a opening dell’omonimo anime, che se l’ascolti al contrario c’è pure una frase subliminale), “Resonance” (1a opnening di Soul Eater) e “Lilium” (opening di Elfen Lied). 🙂

    • Se hai Netflix recupera assolutamente Cowboy Bebop. Gli anime che mi nomini invece non li ho visti, ne guardo molti meno ultimamente e soprattutto mi dedico a cose molto leggere.

  9. Tra queste sigle mi piacciono molto Occhi di gatto e Il mistero della pietra azzurra, anche se non ho mai seguito con costanza i rispettivi anime. Gli altri non li conosco, mi informerò! Se ti va di passare qui c’è la mia puntata: 5 sigle preferite degli anime 😀

    • La sigla di Occhi di gatto è mitica. Il cartone non era proprio per bambini infatti era stato censurato pesantemente, sia nelle situazioni che nei dialoghi.

      • Eh il cartone non lo ricordo bene… solo la sigla! Ma immagino… a volte i giapponesi hanno idee un po’ strane per dei cartoni😂 E noi italiani abbiamo un po’ la concezione del cartone come prodotto per bambini…

  10. Ciao!
    Se mi chiedi di parlare di sigle di anime, mi inviti a nozze!!!
    Data l’età, propendo per sigle di anime un po’ più datati, e autori come Nico Fidenco o I Cavalieri del Re la fanno da padrone; ad ogni modo, ecco, dopo dolorose scelte, la mia personale top five:
    1. Devilman de I Cavalieri del Re
    2. Cyborg – I nove supermagnifici di Nico Fidenco
    3. Vultus V di Lory & Daniele
    4. Supercar Gattiger dei Superobots
    5. Blue Noah cantata dai Superobots
    e potrei andare avanti ancora per molto (Ufo Diapolon dove lo mettiamo? Astro Robot? ).
    Almeno una menzione se la merita anche “Un’incantesimo dischiuso tra i petali del tempo”… altra generazione, altro modo di concepire le sigle dei cartoni animati, ma che almeno ha provato a fare qualcosa di diverso dal solito, nonostante l’onnipresente Cristina D’Avena. So che avrei dovuto fermarmi già da un po’, ma concludo con tutte le sigle di Maison Ikkoku, che sicuramente meriterebbero un ottimo piazzamento nella categoria “sigle originali arrivate anche in Italia”.
    Baci

  11. Tra le sigle della mia infanzia preferisco quelle cantate dai Cavalieri del re, tipo Flo la piccola Robinson. Invece pensando agli anime visti da grande mi viene in mente la colonna sonora di Beck, ma ce ne sarebbero davvero tanti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.