Cinque libri di cui vorrei facessero una serie tv #5coseche

Buon venerdì e bentornati sul blog! Oggi torna il #5cose, l’iniziativa del blog Twins books lovers che propone per ogni venerdì un post tematico, deciso tra tutti i partecipanti, su 5 cose che siano libri, serie TV o affini. Oggi si torna nel reame dei desideri e si parla di libri che vorremmo vedere sul piccolo schermo, sotto forma di serie.
Insomma un vero e proprio regno dei desideri irrealizzabili visto che, nella maggior parte dei casi, rimango delusa dagli adattamenti sullo schermo (grande o piccolo che sia) dei miei libri preferiti. Bando alle ciance e passiamo all’elenco.

5coseche

Il Maestro e Margherita di Michail Bulgakov. Esiste qualche adattamento risalente almeno a una ventina di anni fa, ma ne vorrei uno attuale che possa riportare sullo schermo la follia e la bellezza del mio libro preferito. Forse è chiedere troppo? (Risposta in coro: sì lo è).
No, non vi dico nulla della trama del libro perché so di averne parlato anche troppo e mi state tutti un po’ odiando.


Piccoli suicidi tra amici di Aarto Pasilinna. Ho paura che a vedere questo simpatico gruppo di morituri finlandesi potrei ridere tantissimo. A denti stretti, perché di materiale per riflettere ce ne sarebbe tantissimo, ma ci sono veramente delle peripezie assurde descritte all’interno. Sicuramente non una serie per bambini (sia per il tema trattato che per le avventure francesi e tedesche del gruppo), ma potenzialmente spassosa. La vedrò mai? Ahahahah no. So che esiste un film recuperabile solo in finlandese sottotitolato, ma abbiate pietà fatemelo vedere in una lingua comprensibile.


Gli inganni di Locke Lamora di Scott Lynch. Dai, dai, dai, dai fatemi vedere Locke, Jean e tutti gli altri sul piccolo schermo, così magari in Italia ristampano la serie che dovete leggerla e amarla tutti. E poi con quell’ambientazione pseudo-veneziana, gli squali, i travestimenti, i piani che vanno regolarmente all’aria, sarebbe divertentissimo (e se fatto male sarebbe un grandissimo disastro).


The Diviners di Libba Bray che se non sbaglio in italiano è La Stella nera di New York. I ruggenti anni ’20, un mistero, omicidi di matrice paranormale, amori, sindacati e occulto. Un mix letale che sullo schermo potrebbe sicuramente fare il botto. Certo la protagonista è di quelle da prendere e usare come poster decorativo per vedere se la smette di essere così irritante ma va bene lo stesso, il resto della storia è molto interessante e si può soprassedere. O magari sono io che trovo Eviel  assolutamente insopportabile e voi potreste adorarla.


Visto che siamo in tempi di adattamenti televisivi di libri distopici, perché non una bella serie televisiva di Ragazze Elettriche di Naomi Alderman? E la voglio con la premessa iniziale e il finale del libro e col messaggio reso ancora più chiaro per chi potrebbe fraintenderlo. E poi vuoi mettere saette che volano a destra e manca e magari la possibilità di rendere tutto ancora più coerente?


E voi? Che libri vorreste vedere sul piccolo schermo? Sono curiosissima di conoscere le vostre preferenze, fatemele sapere in un commento a questo post!
A presto e buone letture!

18 pensieri su “Cinque libri di cui vorrei facessero una serie tv #5coseche

  1. Di solito trovo deludenti gli adattamenti cinematografici/televisivi, comunque:

    1) Dio di illusioni di Donna Tartt;
    2) la Vita di Benvenuto Cellini;
    3) Il ciclo dei Rougon-Macquart (tutti i 20 romanzi) di Zola;
    4) un romanzo di Cassola a scelta fra L’Antagonista, Un cuore arido o Gisella;
    5) L’isola di Arturo (sì, c’è un film del ’62 ma insomma) o Aracoeli della Morante.
    🙂

    • Siamo in due, mentre scrivevo il post piangevo lacrime di dolore preventive per il disastro che mi immaginavo. Ho cercato quindi di dare risposte più nazionale-popolari (con scarsissimo successo XD)

  2. Avevo pensato anch’io a Il Maestro e Margherita, ma poi mi son detta “ma cosa potrebbero tirarne fuori?” e ho rinunciato! ^_^ Per quanto riguarda Piccoli suicidi tra amici, concordo pienamente, ma vorrei attori e produzione finlandesi, tanto per cambiare. So che la BBC ha fatto l’adattamento dello svedese Wallander e ne ha tratto una serie superlativa, ma vorrei vedere qualcosa di diverso, di tanto in tanto. Ottime scelte, comunque.

    • Il Maestro e Margherita è tipo il sogno proibito. Al corso di russo ho visto parti della serie prodotta in Russia e veramente, i brividi. Proprio effetti speciali di un certo livello (cit.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.