Ti consiglio… Sconti Einaudi Edition

In concomitanza con l’inizio degli sconti sui tascabili Einaudi ho pensato che sarebbe stato carino ammorbarvi con tutta una serie di consigli per gli acquisti, tra le letture che preferisco di questo editore* e magari così trovare il modo di parlare di qualche libro di cui non parlo spesso o di cui ho parlato diverso tempo fa. Come al solito, attenzione agli spoiler, io faccio di tutto per non svelare parti fondamentali della trama ma, dato che non so quanto sia impostato verso il basso il vostro spoiler-detector, meglio mettere la mani avanti.

consigli
Il primo libro che vi consiglio è Chiedi alla Polvere di John Fante. Agli albori del blog, era il 2013 se non sbaglio, avevo parlato di questa lettura (in una sorta di recensione che non vi linkerò perché possiedo un minimo di istinto di conservazione). Nonostante siano passati 5 anni e i particolari della storia siano andati a sfumare, la storia di Arturo Bandini, dei suoi sogni di fama come scrittore nella Los Angeles degli anni ’30, del suo amore impossibile e a tratti disperato per Camilla è rimasta impressa nella mia memoria come una delle letture più belle che io abbia mai fatto. A onor di cronaca, questo libro fa parte di un quartetto di storie che hanno per protagonista Arturo Bandini, che altri non è che l’alter ego di Fante e che potete trovare tutte raccolte in un unico volume (questo) anch’esso scontato. Se siete curiosi potete leggerli tutti e quattro ma, a mio parere, Chiedi alla Polverepuò essere benissimo letto in maniera indipendente.


Il secondo consiglio riguarda più un autore che un libro in sé, ovvero Primo Levi. Leggetelo, qualsiasi cosa di suo, vi farà bene. Io qui vi parlo di uno dei miei libri preferiti del 2016 ovvero la raccolta di racconti Il Sistema Periodico. Cosa si può dire di questa raccolta di 21 racconti, scritti mescolando sapientemente  fantasia e vita reale (e dolorosa). Ogni racconto ha come titolo un elemento chimico che avrà, in un modo o nell’altro, un ruolo fondamentale nel dispiegarsi delle vicende raccontate. Tra tutti merita una menzione Cerio, in cui si parla della durissima esperienza di Levi all’interno del campo di lavoro di Monowitz e su come proprio il cerio, metallo appartenente ai lantanidi, abbia giocato un ruolo fondamentale per la sua sopravvivenza all’incubo della follia nazista.
Molto bello anche il racconto dal titolo Ferro, storia dell’amicizia tra Levi e Sandro, conclusasi in maniera tragica con la morte di quest’ultimo per mano dei fascisti nel 1944. A chiudere la raccolta si trova il racconto dal titolo Carbonio, all’apparenza totalmente slegato da tutti gli altri racconti e che invece si fa portatore di un messaggio universale. Nel seguire la “vita” di un piccolo atomo di carbonio che vaga nello spazio e nel tempo è un po’ come seguire la storia di tutto. Perché quell’atomo di carbonio che può far parte di noi, ha visto la luce proprio nelle stelle che vediamo nel cielo notturno.
Ovviamente, potete accostarvi ad altro di Levi se questa raccolta non vi ispira, ma direi che il momento per scoprire questo autore (o ampliarne la conoscenza) è proprio questo.


Cambiamo completamente genere e passiamo a un autore inglese molto famoso di cui ho letto diversi libri, ovvero Ian McEwan. Tra tutte le sue opere ve ne consiglio due, una molto più breve e una più lunga, entrambe molto famose ed entrambe con un adattamento cinematografico, ovvero Cortesie per gli Ospitied Espiazione. Il primo è la storia di una coppia inglese incastrata oramai in una routine che fa dubitare loro del loro amore che, in vacanza in una città che sembra proprio essere Venezia, incontra uno straniero che li coinvolgerà nella sua vita e costruirà attorno ai due ignari amanti, una rete come il più abile dei ragni.
Espiazione, che magari conoscete per il film con Keira Knightley e James McAvoy che ha vinto il premio Oscar per la Miglior Colonna sonora firmata da Dario Marianelli, invece è la storia di un errore, di quelli a cui non si può porre rimedio e delle conseguenze dello stesso che, in un modo o nell’altro, andranno a cambiare la vita di tutti i personaggi coinvolti. Come dice l’editore stesso nella presentazione del romanzo, a 13 anni forse non si ha piena coscienza di ciò che si vede e si può sbagliare, questo però non libera dal peso della colpa per ciò che si è fatto e che non potrà mai essere riportato com’era prima di quel fatale giorno.


Altro consiglio che vi do, se siete interessati ai classici vi consiglio le edizioni con il testo in lingua originale a fronte, specie se conoscete la lingua originale e siete particolarmente interessati. Io ho in questa edizione Le Notti Bianche di Dostoevskij e La Tempestadi Shakespeare e le trovo veramente ben fatte. Poi, io ve lo dico, se vi ho “mangiato il cervello” a sufficienza e vi siete convinti a leggere quel capolavoro che è Il Maestro e Margherita di Bulgakov (e se non siete convinti, convincetevi che a leggerlo vi fate solo del bene) questo è il momento di farlo, perché la traduzione dell’edizione Einaudi è ritenuta la migliore (a quel che ne so, tra le mie mani sono passate diverse copie di diversi editori di questo libro, fidatevi sono fissata un’esperta a riguardo). Per chi non ne conoscesse la trama, Il Maestro e Margherita narra delle vicende che si scatenano nella Mosca degli anni ’30 in seguito all’arrivo di Satana in persona in città, con le sembianze dell’esperto di magia nera Woland e del suo strano seguito, tra direttori di coro e gatti parlanti. La vicenda andrà a intersecarsi con la storia d’amore impossibile tra Margherita e il Maestro del titolo, autore di un libro che sembra raccontare molte più verità di quanto sembri possibile a un primo sguardo. Vi ha conquistato vero? In caso posso anche aggiungere che il gatto parla e vuole pagare il biglietto del tram, dai è geniale.


Ultimo consiglio riguarda ancora una volta un’autrice più che una singola sua opera. Parlo del Premio Nobel per la Letteratura Alice Munro, autrice canadese capace di scrivere dei racconti che raccontano tutte le sfumature dell’amore. Non l’amore nel senso di romanzo in cui i protagonisti sono alla perenne ricerca dell’anima gemella,  ricerca che si dimostra spesso travagliata e perigliosa bensì nel delicato susseguirsi di racconti su come l’amore si possa manifestare nella quotidianità, come possa o non possa sconvolgere la vita delle persone, come sia uno dei più grandi tesori da conservare e riportare alla memoria nei momenti di difficoltà. E non solo l’amore romantico tra due persone Tra tutte le raccolte che ho letto quella che ho preferito è Nemico, Amico, Amante se siete persone che apprezzano i racconti qualsiasi scelta facciate, farete la scelta giusta.


Direi che per oggi può bastare. Volevo consigliarvi un altro libro ma mi sono accorta che non rientra nella promozione, comunque sui siti di e-commerce lo trovate al 15%, quindi magari date uno sguardo alla Trilogia dell’Area X di Jeff Vandermeer che ne vale la pena (soprattutto per Annientamento che ho letteralmente adorato).

Ditemi, avete letto questi libri o altri libri di questi autori? Voi cosa consigliereste a me con questi sconti? Vorreste che facessi altri post di questo tipo quando ci sono sconti/offerte di altri editori? Fatemelo sapere nei commenti!
A presto e buone letture!


*Qualcuno potrebbe chiedersi perché non ho fatto lo stesso post per gli sconti (oramai in via di conclusione) di Adelphi, la risposta è molto semplice: possiedo pochi libri dell’editore milanese, molti di più di quello di Torino. Ho anche recuperato dei titoli che mi interessavano (tranne uno che mi incuriosisce un sacco ma poi so che lancerei il libro in preda alla rabbia, mi riferisco infatti a L’Astoredi White).
PS: Vi ricordo che i link sono quelli della affiliazione Amazon. Se volete supportare il blog potete acquistare passando attraverso gli stessi. A voi non costa neanche un centesimo in più! In ogni caso grazie.

2 pensieri su “Ti consiglio… Sconti Einaudi Edition

  1. Ciao!
    Prima o poi dovrò leggere anch’io “Il Maestro e Margherita”, come pure qualcosa di McEwan: “Espiazione” mi ispira, ma avendo visto la trasposizione cinematografica, manca un po’ l'”effetto sorpresa”; magari potrei puntare su “Nel guscio”: in questo caso è l’idea di una sorta di rilettura dell'”Amleto” ad incuriosirmi.
    Letta la “Trilogia dell’Area X”, e sebbene la fantascienza non sia esattamente il mio genere, non mi è dispiaciuto.
    A presto!

    • Se non ricordo male, potrei benissimo sbagliarmi, credo ci sia qualche differenza sul finale di Espiazione (ma potrei confondermi con altri libri). Non ti consiglio come approccio il giardino di cemento che è una bella botta, una super botta.
      Io ho adorato Annientamento, odiato a Autorità e una via di mezzo con Accettazione (ho odiato le parti con Controllo, credo fosse lui il mio problema).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.