W.W.W. Wednesday XIII

Nuovamente mercoledì e sapete cosa significa vero? Nuovo appuntamento con il  “WWW Wednesday“, la rubrica che vi informa, settimanalmente, sui miei progressi di lettura. Anche questa settimana più che di progressi dovrei dire tentativi di progressi perché tra post del blog, concerti e il malessere degli ultimi giorni non si può certo dire che io abbia iniziato l’anno alla grande con le letture.

Ancora una volta vi ricordo che la rubrica si articola in tre domande a cui rispondere, sempre le stesse, che conoscerete oramai a memoria ma di cui non vi libererete tanto facilmente.

  1.  What are you currently reading? a.k.a. Cosa stai leggendo in questo momento?
    I libri in lettura sono due. Ho deciso di mettere in pausa The Black Prism di Brent Weeks per riprenderlo tra qualche settimana. Ho iniziato l’anno leggendo solo in inglese e, visto che questo è il libro con cui sono più indietro, lo blocco per un po’ per dare la priorità a qualche lettura in italiano.
    I libri che sto leggendo sono sempre The Lies of Locke Lamora di Scott Lynch, sono quasi a metà lettura e lo trovo sempre più coinvolgente e divertente. L’inglese non è dei più facili da affrontare e quindi la lettura non procede in maniera estremamente rapida, ma è veramente (a ora) un’ottima lettura.  L’altro libro è  The Night Circus di Erin Morgenstein e confermo l’opinione che avevo dato la scorsa settimana: questo libro non mi convince. Lo trovo qualcosa che avrei potuto apprezzare quindici anni fa, poi però penso a cosa leggevo a quei tempi e forse non l’avrei apprezzato del tutto neanche sedicenne. Lo porterò a termine ma, a meno di improvvisi cambiamenti, credo sia la prima “sola” dell’anno. Pescata a gennaio. Che fortuna!

  • What did you recently finish reading? a.k.a. Cos’hai appena finito di leggere?
    Nel frattempo ho letto un micro libro, un piccolo saggio sul femminismo di Chimamanda Ngozi Adichie dal titolo We Should All Be Feminists. In realtà è la rivisitazione di un discorso fatto dall’autrice al TEDxEuston nel 2012. Consigliassimo, esprime in maniera concisa e chiara, con degli esempi riferiti alla Nigeria, la necessità di una modifica della prospettiva con cui la società guarda agli uomini e alle donne e come certi concetti ci sembrino normali, anche quando non lo sono, solo perché inculcati nelle nostre menti dalla prima infanzia.
  • What do you think you’ll read next? a.k.a. Cosa pensi di leggere in seguito?
    Quando riuscirò a finire  The Night Circus o  The Lies of Locke Lamora mi dedicherò a uno tra i tanti libri in italiano. Le lettura del saggio della Adichie era anche per “prepararmi” ad Americanah, suo romanzo che mi aspetta e che ho la possibilità di leggere in lingua italiana.
    Magari leggerò anche qualcosa nel comparto fumetti, dipenderà dagli impegni e dalla salute.

L’appuntamento odierno col “WWW Wednesday”  finisce qua. A settimana prossima

Disclaimer: Il “WWW Wednesday” è stato creato dal blog Should be reading e io l’ ho trovato, in italiano, sul blog di Spiccycullen.

 

PS: Nei prossimi giorni lo specilaONE. I promise

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.