Day Fifteen: Take a Cue from Your Reader – Plan B

Qualche giorno fa avevo fatto una domanda vi avevo chiesto di cosa voleste che io parlassi, purtroppo non mi ha risposto nessuno quindi devo arrangiarmi col piano B. So che la scarsità di commenti è un problema che affligge blog molto più grandi del mio quindi non avevo molte speranze, sarebbe stato carino ma ahimè ci arrangiamo col piano B offerto da WordPress e quindi vi parlerò di dove mi piace leggere.
Sì, per la serie argomenti interessantissimi.

Dove ti piace leggere?

A me piace leggere praticamente ovunque. Leggo a letto (e mi dimentico di andare a dormire perché sto leggendo), leggo in salotto con la tv accesa di sottofondo, leggo sui mezzi di trasporto perché, e ammetto di essere fortunata, non soffro di mal d’auto. Nel periodo in cui prendevo l’autobus tutti i giorni per andare a Sassari il kindle è stato praticamente il mio migliore amico e sapevo di avere sempre quelle due ore in cui avrei letto senza interruzioni. Adoro leggere le poche volte in cui vado al mare. Leggo anche quando sono in attesa (anche perché tendenzialmente a leggere il tempo passa più in fretta).
Sono in grado di leggere un po’ ovunque, l’unico problema è che mi dà proprio fastidio tenere i libri in mano e più sono spessi più ne sento il “peso”. Quindi preferisco leggere in luoghi in cui il libro può stare poggiato e io mi limito a girare le pagine. Ad esempio ho mollato il super tomo con i primi due volumi de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco perché era veramente troppo pesante per le mie braccia (che poi io abbia trovato progressivamente sempre più pesanti e incasinati i libri è un altro discorso per un altro giorno).

Alla fine, l’importante è leggere. Specie se si trovano bei libri come quelli che sto leggendo durante questo 2016.


 

Disclaimer: Continua la mia sfida con la #everyday inspiration di WordPress. In teoria dovrei scrivere per 20 giorni di fila… Giorno quindici. Il giorno del piano B. Il giorno in cui parlo di cose a cui non importa una mazza a nessuno.