I buoni propositi di lettura del 2014 VIII: Il talento del cuoco di Martin Suter

Dopo una trentina di libri letti solo ed esclusivamente dal lettore ebook* dall’inizio del 2014 mi sono voluta concedere una lettura cartacea con tutti i pregi e i difetti che questa porta con sé.
Sì ho detto difetti perché (nel mio mondo sia chiaro eh)  le pagine stampate ad altezze diverse non vanno bene, sono fastidiose e segno di libro stampato male, così come le pieghe sulla carta e le pagine bianche con i segni della stampa delle altre pagine; sto pagando per avere un prodotto fatto bene non in maniera approssimativa, se trovo un vestito così lo riporto indietro perché difettato (probabile che sia stata io a trovare la copia difettosa in questo caso, non è un attacco all’editore più uno sfogo personale).
Fatto sta che sono andata in libreria, una molto carina che si trova ad Alghero e funziona anche come wine bar, mi sono fatta consigliare e sono uscita avendo tra le mani un romanzo dello scrittore svizzero Martin Suter dal titolo Il talento del cuoco.

La copertina de Il talento del cuoco (Sellerio Editore)
La copertina de Il talento del cuoco (Sellerio Editore)

“Perché ti interessa? Puoi trovare tutti i lavori che vuoi”
“È una cosa nuova” spiegò Andrea.
All’improvviso un razzo sbucò da dietro i tetti, rallentò la sua corsa verso l’alto, si fermò e un secondo dopo esplose in mille filamenti rossi che ricaddero verso terra. Si festeggiava il primo agosto. E la nascita di Love Food.

Continua a leggere…